Skip to content

NOTITIA DIGNITATUM

NOTITIA
DIGNITATUM

Un oggetto raro e prezioso per i bibliofili

Il contenuto

Questo magnifico codice contiene, oltre ad altri trattati – dodici in tutto – un testo straordinariamente interessante, che trasmette la struttura organizzativa dell’impero romano attraverso la menzione ordinata gerarchicamente di tutte le cariche designate per portare a termine le funzioni di governo in nome dell’imperatore, in quanto rappresentanti della autorità.

Questo è il significato della espressione abbreviata Notitia Dignitatum.

L’opera in facsimile è stata premiata dal Ministero della Cultura ai «Migliori Libri in Facsimile di Spagna»

Si tratta di una pianificazione perfettamente ideata per mantenere il dominio militare e politico su uno scenario geografico che era caratterizzato sia per la sua estensione che per la sua diversità, dato che aveva come confini Hispania da una parte e il bacino del Mediterraneo dall’altra. 

Il modello creato dette eccellenti risultati come strumento del potere al servizio di una causa.

Questa è la ragione che spiega l’interesse suscitato da questa opera in differenti momenti della storia di Occidente.

La ricetta applicata era risultata valida ed efficace fino al momento del tramonto del mondo latino (V sec.) e perciò, quando Carlo Magno pensò di ricostruire un nuovo impero di impronta cristiana, questo testo recuperò tutto il suo valore e fu quindi copiato e trasmesso.

Allo stesso tempo si stavano raccogliendo altri scritti di differente provenienza in modo da formare un’opera che fosse un compendio di conoscenze, tecniche e processi utili per l’esercizio del potere. Il risultato di questo lavoro fu un manoscritto miscellaneo che raccoglieva queste nozioni. La persona o le persone che idearono questo progetto potevano disporre di esemplari tardo antichi riccamente illustrati.

Si iniziò quindi a copiare il testo e a riprodurre le immagini con grande purezza. Grazie agli intermediari è stato possibile conservare delle testimonianze inestimabili che trasmettono, da una parte, una concezione politica pragmatica basata sulla razionalità e, dall’altra, una ricostruzione virtuale di quelle stesse idee plasmate con un linguaggio visuale. Si tratta di un immaginario ricchissimo carico di valori simbolici e propagandistici.

Risulta logico, quindi, che questa testimonianza culturale fosse attualizzata dagli umanisti italiani nel XV secolo, momento in cui venne prodotto l’esemplare che oggi offriamo in una accurata edizione in facsimile.

Ogni volta che si è pensato di creare una struttura politica supernazionale in Europa si è volto lo sguardo verso questi testi fertili, frutto di una esperienza secolare, che ci riavvicinano alle nostre radici classiche più profonde

Un'opera Unica

NOTITIA DIGNITATUM

Oppure

Alcune Curiosità storiche e culturali

Antonio Canova: 200 anni del genio neoclassico

Una nuova bellezza che trascende l’antico Duecento anni fa, il 13 ottobre 1822 moriva Antonio Canova, l’artefice divino. Nato a Possagno, vicino Treviso, Canova fu uno dei più grandi artisti del
> Leggi l'articolo

I cavalieri erranti e le loro fantastiche avventure

Ma chi erano i cavalieri erranti? «Sembrami, signor canonico, che il suo discorso tenda a farmi credere che non abbiano avuto mai esistenza al mondo i cavalieri erranti e che i
> Leggi l'articolo

Sant’Agostino: il primo vero filosofo cristiano

http://By Sailko – Own work, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org Il rapporto fra Cristianesimo e filosofia classica Con l’avvento del Cristianesimo il modo di concepire la religione e la filosofia cambia
> Leggi l'articolo

COMPILA IL FORM

Richiedi informazioni per Essere Contattato e ottenere subito a casa tua la preziosa Opera!