Skip to content

Dante 14 Tavole per la Divina Commedia

Dante

14 Tavole per la Divina Commedia

Per commemorare il 700° anniversario della morte del Sommo Poeta Dante Alighieri (1321-2021).


Dante Alighieri e la Divina Commedia

La Divina Commedia

La Commedia si annovera tra i più appassionanti poemi celebrati in tutto il mondo. L’incredibile viaggio compiuto dall’autore stesso tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, trascina il lettore in un affascinante percorso di espiazione delle colpe umane per concludersi alle porte del Paradiso, luogo di salvezza eterna.

Il 700° Anniversario del Sommo Poeta

Nel 2021 cadrà il 700° anniversario della morte del Sommo Poeta Dante Alighieri e per celebrare questo evento di importanza significativa per la cultura e la storia italiana Patrimoni d’Arte ha realizzato, in collaborazione con l’artista Maurizio Carnevali, una cartella formata da quattordici lithodigitali dedicate alla Divina Commedia, l’opera che ha reso immortale l’artista fiorentino consegnando la sua immensa grandezza ai posteri.

Attraverso ciascun disegno l’artista realizza una trasposizione visiva di alcuni dei più famosi passi dell’Opera

Il Maestro Carnevali realizza una lastra-matrice che viene successivamente impressa sul relativo supporto cartaceo attraverso un meccanismo di rulli e cilindri che distribuiscono l’inchiostro. In un secondo momento la digitalizzazione permette all’ artista di produrre un’immagine quanto più possibile vicina all’ ideale del suo progetto originale.

Per impreziosire ulteriormente quest’opera unica, l’artista realizza un bassorilievo incastonato artigianalmente sulla copertina della cartella. Il profilo di Alighieri viene scolpito dalle sapienti mani dell’artista che lavorando il bronzo, sovrappone successivamente una velatura ad effetto oro antico ossidato verde.

Le Rappresentazioni nello Specifico

Maurizio Carnevali ritrae dell’Inferno: Caronte. I Lussuriosi: Paolo e Francesca. I Condannati per Alterigia e Orgoglio. Gli avari e i Prodighi. Dante e Virgilio giungono ai piedi della città di Dite. La selva dei Suicidi. Seminatori di discordia: Bertram del Bornio. Gli ipocriti: Cafais Crocefisso e Frate Catalano. Dante e la falconeria. I Diavoli delle Malebolge. I Simoniaci. I Falsari: Griffolino – Mirra – Gianni Schicchi.

Successivamente, così come Dante si sposta dall’Inferno al Purgatorio, così troviamo la rappresentazione iconografica dell’Apparizione di Beatrice.
Infine, possiamo ammirare la tavola ritraente la Visione della croce, nel Paradiso. Tutto in essa richiama lo splendore di questo regno; i colori brillanti, lucenti rimandano ad un luogo di beatitudine e pace eterna. In Dante, infatti, anche il Paradiso ha una dimensione spaziale, è presentato come un luogo fisico che però presenta caratteristiche sempre più astratte ed eteree a mano a mano che ci si avvicina a Dio.

Un'opera Unica

Dante 14 Tavole per la Divina Commedia

Oppure

Alcune Curiosità storiche e culturali

Ferrante d’Este: Il condottiero della congiura

Nascita e infanzia Ferrante d’Este nasce a Napoli il 19 settembre 1477 dal duca di Ferrara Ercole I d’Este e di Eleonora d’Aragona a sua volta figlia del Re di
> Leggi l'articolo

Dante: non solo il pellegrino della Divina Commedia

Il Padre della Lingua Italiana Dante è considerato il padre della lingua italiana e molti sono i cosiddetti neologismi da lui creati. Dovendosi mettere in relazione con un argomento delicato
> Leggi l'articolo

Le tre guide di Dante: tra Ragione, Grazia Divina e Fede

Prima guida: Virgilio Publio Virgilio Marone può essere considerato a tutti gli effetti il più grande poeta dell’Antica Roma, nato presso Mantova da una famiglia di piccoli proprietari terrieri nel
> Leggi l'articolo

COMPILA IL FORM

Richiedi informazioni per Essere Contattato e ottenere subito a casa tua la preziosa Opera!