Beato di Liebana

 
 
 
 

Datato inizio XII secolo, questo codice è stato confezionato probabilmente in Italia e appartenuto a Carlo Morbio, erudito bibliografo e numismatico milanese dell’epoca.
L’apparato illustrativo è uno dei motivi di interesse principali di questa opera, dato che comprende una versione arcaica e differente del programma iconografico che si incontra soprattutto in altre testimonianze della serie e questo lo trasforma in un oggetto raro e prezioso per i bibliofili, nonostante sia una delle testimonianze meno conosciute di questo genere.


L’originale è conservato nella Biblioteca di Berlino.

 
 
 
 
CARATTERISTICHE TECNICHE

98 fogli che comprendono 55 disegni a penna, arricchiti da tocchi di pigmenti di color rosso, ocra e giallo.
Formato del volume: 300 x 195 mm.
Fogli assemblati, piegati e cuciti a mano.
Rilegatura in pelle su supporto ligneo.
Carta speciale in pergamena invecchiata.
L’originale è conservato nella Biblioteca di Berlino.
Tiratura unica e limitata di 995 esemplari, numerati e certificati mediante atto notarile.


Patrimoni d’Arte detiene un’esclusiva tiratura limitata in Italia di 99 esemplari.


 
CARATTERISTICHE TECNICHE

98 fogli che comprendono 55 disegni a penna, arricchiti da tocchi di pigmenti di color rosso, ocra e giallo.
Formato del volume: 300 x 195 mm.
Fogli assemblati, piegati e cuciti a mano.
Rilegatura in pelle su supporto ligneo.
Carta speciale in pergamena invecchiata.
L’originale è conservato nella Biblioteca di Berlino.
Tiratura unica e limitata di 995 esemplari, numerati e certificati mediante atto notarile.


Patrimoni d’Arte detiene un’esclusiva tiratura limitata in Italia di 99 esemplari.


 


CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI