Le Profezie delle Sibille

“Più che un codice, un’autentica opera d’arte”.

Questo manoscritto, intitolato Sibyllae et prophetae de Christo Salvatore vaticinantes, è un’opera di bottega del miniatore francese Jean Poyer de Tours (circa 1445 – 1504). E’ probabile che il manoscritto sia stato acquistato dall’elettore Massimiliano I di Baviera (1573 – 1651) più come un’opera d’arte che come un libro e che pertanto sia stato conservato nella sua collezione d’arte.

Le sibille erano donne veggenti del mondo antico greco e romano, le cui profezie si credeva predicessero la venuta di Cristo. Quest’opera contiene 25 grandi miniature: una rappresentazione dell’Arca di Noè e 12  illustrazioni a doppia pagina. Il lato sinistro di ognuna delle pagine doppie rappresenta una delle sibille, la quale è associata sul lato destro ad una scena della vita di Cristo e alla storia della salvezza che si raccontava lei avesse predetto. Le scene di destra sono accompagnate da un profeta dell’Antico Testamento e da un evangelista.

Il facsimile ricrea l’originale fino al più minuzioso dei dettagli. Questa magnifica edizione di 400 esemplari è realizzata su carta pergamena italiana dal peso di 190 grammi e stampata a caldo con oro di 24 carati. La rilegatura, completamente artigianale, in pelle di capra su legno riflette perfettamente i motivi del manoscritto originale.

L’opera originale è conservata nella Biblioteca Statale della Baviera (Monaco) – BSB Cod. icon. 414.

375 esemplari numerati e certificati mediante atto notarile ed altri 25 esemplari per entità collaboratrici.


Caratteristiche tecniche:

  • Miniature: 25 miniature a pagina completa.
  • Misure: 240 x 165 millimetri.
  • Lingua: Latino.
  • Origine: Bottega di Jean Poyer de Tours, Francia, secolo XV.

 

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern